CONAF - Consiglio Ordine Nazionale Dottori Agronomi e Dottori Forestali
  • CONAF - Consiglio Nazionale
  • Organi Consultivi CONAF
  • Professione
  • Segreteria CONAF
  • Servizi agli Iscritti
  • Centro studi
  • Alta formazione
  • Comunicazione CONAF
  • Area Internazionale

NOTIZIARIO CONAF


Sommario
1. CONAF APPUNTAMENTI
2. CONAF NOTIZIE
3. COMUNICATI STAMPA
4. ORDINI E FEDERAZIONI
5. AGENDA PARLAMENTARE
6. MONITORAGGIO LEGISLATIVO


1.CONAF APPUNTAMENTI

Dal 17 al 21 settembre il Congresso mondiale degli agronomi. Il Conaf presente a Quebec City

Tutto è pronto a Quebec City (Canada) per il 5° Congresso mondiale degli Agronomi che vedrà – dal 17 al 21 settembre - il CONAF,  e quindi l’Italia, protagonista. Il Consiglio nazionale sarà presente per illustrare la propria candidatura per il Congresso 2015 e per partecipare con interventi ai workshop in programma. Su www.conaf.it una sezione speciale dedicata al Congresso mondiale. 

2. CONAF NOTIZIE

Sportello Assicurativo Professionale: questionario online sul sito Conaf

Sul sito Conaf, nella sezione Sportello Assicurativo Professionale (link: www.conaf.it/sportello-assicurativo-professionale), da lunedì 17 settembre e per 30 giorni, sarà attivo un questionario online, al quale si potrà rispondere in maniera del tutto anonima, accedendo attraverso un apposito link.  

 

Premio di Laurea “Mario Ravà” Edizione 2012

La Fondazione Mario Ravà - costituita ed operante ad iniziativa dell’Associazione Bancaria Italiana, del Consiglio dell’ordine nazionale dei dottori agronomi e dei dottori forestali e della
Federazione Italiana Dottori in Agraria e Forestali - bandisce un premio per una tesi di laurea
specialistica o di laurea magistrale discussa in una Università degli studi italiana o estera, purché
operante in un Paese appartenente all’Unione Europea, su argomenti attinenti i rapporti tra
agricoltura e mondo del credito. La scadenza è fissata per il 15 ottobre. Sul sito Conaf – www.conaf.it è pubblicato il regolamento. 

3.COMUNICATI STAMPA

A Quebec City (Canada) dal 17 al 21 settembre il 5° Congresso Mondiale degli Agronomi

Agronomi: il Congresso mondiale 2015 potrà essere in Italia. Conaf  in Canada per  presentare la candidatura

Il presidente Sisti: «Abbiamo le carte in regola per ospitare in Italia il prossimo Congresso mondiale grazie alla millenaria tradizione della nostra agricoltura e alla qualità agroalimentare del made in Italy ». La vicepresidente Zari: «E’ motivo di soddisfazione poter essere protagonisti grazie al valore dei contenuti, concreti e centrali per la nostra categoria»

Prende il via la “spedizione” italiana in Quebec, Canada, per il quinto Congresso mondiale degli agronomi, in programma dal 17 al 21 settembre, con la partecipazione del CONAF, Consiglio dell’ordine nazionale dei dottori agronomi e dei dottori forestali. Il clou – oltre  alla partecipazione attiva ai workshop congressuali – sarà la presentazione della candidatura del CONAF per ospitare in Italia il prossimo Congresso mondiale degli Agronomi, in occasione dell’Expo 2015. A Quebec City, durante il Congresso dell’AMIA (Associazione Mondiale Ingegneri Agronomi), sarà eletto il nuovo consiglio per la predisposizione del Congresso 2015, dove il CONAF, appunto, presenterà la propria candidatura ufficiale. Già nei mesi scorsi il CONAF ha ospitato gli incontri degli Agronomi europei a Roma, e stretto collaborazioni con i colleghi internazionali. «Abbiamo le carte in regola per auspicare un Congresso mondiale 2015 in Italia – commenta il presidente CONAF, Andrea Sisti – porteremo in Canada la nostra candidatura, “supportata” dalla millenaria tradizione della nostra agricoltura, dalla qualità del made in Italy agroalimentare apprezzata nel mondo, dal paesaggio, storia e cultura del nostro Paese, tutti elementi di eccellenza che si intrecciano con la professionalità dei dottori agronomi italiani».

“I  workshop in cui prenderanno la parola i consiglieri del Conaf” – sottolinea il consigliere Mattia Busti -,sono il workshop 4 “Sviluppo sostenibile dell’agricoltura – L’agricoltura può mantenere un giusto equilibrio tra gli aspetti sociali, ambientali ed economici di sviluppo?” a cura del consigliere Enrico Antignati; il workshop 7 “Disponibilità di suolo e terreni - Come assicurarsi che il suolo rimanga disponibile per l’agricoltura con l’aumento di richieste per altri usi del territorio?” a cura del consigliere Gianni Guizzardi; il workshop 12 “Il futuro delle piccole produzioni - Ci sono orientamenti che possono essere presi dalle piccole imprese agricole per continuare il loro sviluppo, soddisfacendo contestualmente le esigenze del mercato?” a cura del presidente Andrea Sisti; workshop 16 “Qualità e sicurezza alimentare - Possiamo soddisfare le maggiori esigenze nutrizionali, pur mantenendo qualità e sicurezza alimentare?” a cura del consigliere Cosimo Coretti.

La cooperazione internazionale per il CONAF è al centro dei programmi (come già emerso nel Congresso nazionale 2011 in Sicilia) per una professione che giocherà un ruolo fondamentale nella sfide globali per la produzione degli alimenti, la lotta alla fame, ai cambiamenti climatici, alla salvaguardia della biodiversità agraria, al modellamento dei paesaggi. «E’ motivo di soddisfazione – sottolinea la vicepresidente CONAF, Rosanna Zari – poter essere protagonisti del Congresso mondiale, grazie al valore dei contenuti, concreti e centrali per la nostra categoria. Una soddisfazione per l’intero consiglio nazionale e per ognuno dei 22mila professionisti iscritti all’Ordine. La professione del dottore agronomo – aggiunge – deve guardare oltre confine; i rapporti con i colleghi europei e internazionali sono fondamentali per crescere professionalmente come categoria, come possibili opportunità lavorative per i nostri giovani, come consapevolezza del nostro ruolo nella società odierna. La partecipazione al Congresso in Quebec, con un ruolo centrale, è un passo importante in questa direzione». Info su www.conaf.it

 

Roma,10 settembre 2012

C.s. 49 

Intervento del CONAF sull’allarme incendi

Incendi, necessario investire su cultura della prevenzione. Appello al Governo: sgravi fiscali per gestione del territorio

Il presidente CONAF Sisti: « Per lo sviluppo del paese investiamo sul nostro patrimonio naturale:

nuovi posti di lavoro e risparmi sui costi della emergenza» 

Sugli incendi occorre uscire dalla cultura dell’emergenza ed investire nella prevenzione, programmazione e pianificazione: prevenire costa molto meno che non ricostruire. Servono più risorse per la lotta agli incendi e più investimenti nella prevenzione. Lo sottolinea il CONAF, Consiglio dell’Ordine nazionale dei dottori agronomi e dei dottori forestali: «Per contrastare gli incendi boschivi – afferma Andrea Sisti, presidente del CONAF, – occorrono non solo maggiori investimenti per la lotta attiva (attività di spegnimento operata dal Corpo Forestale dello Stato, Vigili del Fuoco e corpi dei volontari AIB regionali); ma anche investimenti nella prevenzione, con campagne di educazione e sensibilizzazione, con realizzazione di opere specifiche (viali parafuoco, invasi per l’acqua), con la manutenzione della viabilità forestale e rurale, con la gestione attiva delle superfici forestali, con l’applicazione di pratiche agro-pastorali corrette, in pratica con una regolare pianificazione e programmazione del territorio». Il bosco è un patrimonio non solo naturalistico e paesaggistico, ma è anche una risorsa economica, turistica e ricreativa e un rilevante presidio di protezione idrogeologica, e quindi di fondamentale importanza per il benessere di tutta la popolazione. Va quindi protetto con azioni costanti nel tempo – sostiene il CONAF -, e non soltanto nei momenti di emergenza per estinguere gli incendi boschivi, purtroppo all’ordine del giorno in questa torrida estate. «Il bosco è un bene

vincolato dalle leggi – aggiunge Mattia Busti, dottore forestale del CONAF -; il terreno a rigore di legge rimane boscato ancorché percorso dal fuoco e temporaneamente privo di vegetazione; i terreni percorsi dal fuoco sono vincolati alla non trasformazione per dieci anni. Esortiamo quindi tutti i comuni italiani affinché mettano in pratica il catasto delle aree boschive percorse dal fuoco, con una loro corretta e rigorosa perimetrazione, così da scongiurare ogni possibile speculazione. Nell’ultimo anno si sono verificati numerosi eventi catastrofici: alluvioni, terremoti, incendi. «Ci auguriamo – prosegue Sisti - che il governo Monti e suoi Ministri sappiano leggere questi avvertimenti e ne tengano in grande evidenza nell’approntare i provvedimenti per la crescita dell’economia del Paese: occorre prevedere investimenti per la gestione del territorio e per la prevenzione dei rischi “naturali”. Auspichiamo una “manovra” ad hoc che investa risorse nel territorio. Dobbiamo pensare al nostro territorio come ad un organismo: se ben mantenuto ed in salute, può reagire in modo efficace ed efficiente alle avversità esterne. Uno strumento efficace e di facile attuazione potrebbe essere quello di prevedere agevolazioni fiscali per chi investe nella gestione del territorio (come ad es. crediti d’imposta, azzeramento dell’Iva); investire sul nostro patrimonio naturale e sul territorio equivale a creare nuovi posti di lavoro e risparmi sui costi delle ricostruzioni; investiamo in opere idraulico-forestali, facciamo in modo che le industrie non inquinino, costruiamo in modo antisismico, gestiamo in modo responsabile il nostro territorio per il benessere del paese e della popolazione».

Roma, 27 agosto 2012 - C.s. n. 47

4. ORDINI E FEDERAZIONI

Federazione Lombardia

Utilizzo delle risorse idriche. Anche in questo campo necessari programmazione e investimenti.

Dopo la Settimana internazionale dell’acqua, la Federazione dei dottori agronomi e dottori forestali (FODAF) della Lombardia ha dedicato un approfondimento al tema dell’utilizzo delle risorse idriche nel settore primario. «Com’è noto, agricoltura e disponibilità di acqua vanno di pari passo – esordisce il presidente di FODAF, Giorgio Buizza –. Il clima è infatti da sempre uno dei principali elementi di aleatorietà nell’esercizio dell’attività produttiva in quasi tutti i comparti agricoli. Per questo motivo anche in materia di disponibilità idrica sono necessari programmazione e investimenti. Oggigiorno, purtroppo, mentre si considera assolutamente normale realizzare infrastrutture viarie e linee ad alta velocità, non si reputa altrettanto fondamentale investire in laghetti, canali e impianti di distribuzione dell’acqua, opere di ingegneria di cui forse pochi conoscono l’importanza e il valore tecnico. Le nuove opere devono poi essere accompagnate da una seria politica di eliminazione degli sprechi, riordino irriguo e incremento dell’efficienza delle reti esistenti”.

EVENTI

LA TRASFORMAZIONE DEL MONDO RURALE NELLO SPAZIO E NEL TEMPO: il 21 settembre  Bologna

Si terrà venerdì 22 settembre (ore 16) a Bologna, Piazza Galvani 1, presso la sede dell’Accademia Nazionale di Agricoltura Palazzo dell’Archiginnasio la conferenza “LA TRASFORMAZIONE DEL MONDO RURALE NELLO SPAZIO E NEL TEMPO” documenti e immagini nella Biblioteca Nazionale di Agricoltura. Conferenza di Maria Luisa Boriani, consigliere Accademia Nazionale di Agricoltura e Gilmo Vianello, docente Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agroambientali Università di Bologna. La biblioteca dell’Accademia Nazionale di Agricoltura custodisce opere acquisite fin dalla sua istituzione (1807) e incrementate da donazioni e acquisti di libri antichi e moderni. I libri conservati sono relativi in particolare ai temi: agricoltura, botanica, territorio. La conferenza presenta alcune immagini dei libri più interessanti custoditi nella biblioteca, in particolare di quelli che illustrano la storia e l’evoluzione del mondo rurale bolognese nello spazio e nel tempo. 

Porte aperte a Villa Donini: sabato 22 settembre a Longara (Calderara di Reno-BO) 

Visita al giardino storico di Villa Donini a Longara (Calderara di Reno - BO) – sabato 22 settembre ore 16.30 - in collaborazione con il Garden Club Camilla Malvasia Villa Donini, acquistata dalla famiglia Donini intorno al 1860 e ultimata nel 1879 ampliando un casino di caccia settecentesco, contiene all’interno pregevoli affreschi del Guardassoni databili intorno al periodo di ultimazione della villa. Particolarmente pregiata è la biblioteca, ricca di cinquecentine, seicentine  e di volumi sette-ottocenteschi provenienti da eredità e da acquisti, nonché di volumi del Novecento.  Il giardino all’inglese è stato realizzato dal 1872 al 1879 su progetto del Sambuy che nello stesso periodo lavorava a Bologna alla realizzazione dei Giardini Margherita. Nel giardino sono presenti un oratorio e alberi secolari risalenti all’epoca d’impianto del parco. Particolarmente monumentali un noce americano e due grandi magnolie.


5. AGENDA PARLAMENTARE

CAMERA

VIII Ambiente

SEDE REFERENTE

Delega al Governo per l'adozione di norme a salvaguardia della salute pubblica dai rischi di inquinamento nelle zone interessate da impianti, anche provvisori, per il deposito, il trattamento o lo smaltimento di rifiuti urbani e industriali (seguito esame C. 1909 Scilipoti – rel. Piffari)

 

9ª Agricoltura

SEDE REFERENTE

Seguito esame ddl 3337 (attuazione legge su etichettatura prodotti alimentari) - relatore: Vallardi;

Seguito esame ddl  3310 (valorizzazione della dieta  mediterranea) - relatore: Andria;

Seguito esame congiunto ddl  2674,   2710,  2919 e  3043 (imprenditoria giovanile in agricoltura)  - relatrice:

Bertuzzi;

Seguito esame congiunto ddl  2735,  2778 e  2842 (semplificazione normativa agricola) - relatrice: Allegrini

Seguito esame ddl  2603 (sostegno agli imprenditori  agricoli e manutenzione del territorio rurale)  - relatrice:  Antezza;

Seguito esame ddl  2740 (innovazione e competitività  settore agromeccanico) - relatrice: Mongiello

Seguito esame ddl  1909 (commercio interno del riso)  - relatore: Piccioni;

Seguito esame ddl 1839 (produzione artigianale di grappe)  - relatore: Vallardi;

Seguito esame congiunto ddl  886 e  2605 (misure per la  competitività e per il sostegno al settore agricolo)  relatore: Pinzger;

Seguito esame congiunto ddl  1050 e  1239 (utilizzo  agricolo di terreni della laguna veneta) - relatore: Sanciu;

Seguito esame congiunto ddl  1035 e  1115 (produzione  biologica) - relatrice: Allegrini.

 

10ª Industria

SEDE REFERENTE

Seguito esame congiunto ddl  3270 (approvato dalla  Camera dei deputati), 1329 e 1464 - Professioni non regolamentate Relatore: FIORONI

 

13ª Ambiente

SEDE REFERENTE

Seguito esame ddl n. 1820 (aree protette) relatore: Orsi;

Seguito esame ddl n. 2644 (prevenzione rischio idrogeologico) relatore: Nessa;

Seguito esame congiunto  ddl nn.  238,  1458,  1512,  1525 e 2302 (gestione integrata rifiuti) relatore: De Luca.

Mercoledì 12.09.2012

 

CAMERA

XIII Agricoltura

SEDE REFERENTE

Disposizioni per la tutela e la valorizzazione della biodiversità agraria (seguito esame nuovo testo unificato C. 2744 Cenni, C. 3780 Beccalossi e C. 4309 Callegari – Rel. Di Caterina)

 

SENATO

2ª Giustizia

SEDE REFERENTE

Esame ddl 2420-A (esercizio abusivo della professione) - relatore Balboni;

Seguito esame cong.  ddl  962 e  3016 (tutela penale del patrimonio culturale e paesaggistico) - relatori Allegrini e Casson.

 

14ª Politiche UE

SEDE REFERENTE

Legge comunitaria 2011 




6. MONITORAGGIO LEGISLATIVO

CAMERA DEI DEPUTATI

Mercoledì 05.09.2012

VIII Ambiente

Sede Referente

A.C. 4240-B  Modifiche al decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e altre disposizioni in materia ambientale.

Si è concluso il ciclo di audizioni programmate. Al fine di analizzare le modifiche necessarie la commissione ha deliberato la costituzione di un Comitato ristretto

Giovedì 06.09.2012

Aula

Annunzio di proposte di legge

MARIO PEPE (PD): «Disposizioni volte a valorizzare le aree agricole e a limitare l'utilizzo di superficie agricola a fini edificatori» (5426)

 

Annunzio di progetti di atti dell'Unione europea

Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato economico e sociale europeo e al Comitato delle regioni – Un partenariato rafforzato per lo Spazio europeo della ricerca a favore dell'eccellenza e della crescita (COM(2012)392 final), assegnata in sede primaria alle Commissioni riunite VII (Cultura) e X (Attività produttive)





SENATO

Giovedì 06.09.2012

9ª Agricoltura

Sede referente

(3337) VALLARDI ed altri.  -  Attuazione dell'articolo 4 della legge 3 febbraio 2011, n. 4, in materia di etichettatura dei prodotti alimentari

Il termine per la presentazione degli emendamenti è fissato per le ore 12 di lunedì 17 settembre.

 

(3310) ANDRIA ed altri.  -  Disposizioni per la valorizzazione e la promozione della dieta mediterranea

 Il termine per la presentazione degli emendamenti è fissato per giovedì 20 settembre alle ore 12

 

(2674) BERTUZZI ed altri.  -  Misure per favorire il ricambio generazionale in agricoltura e istituzione della Banca delle terre agricole 

(2710) BERTUZZI ed altri.  -  Misure per la competitività dell'imprenditoria giovanile e il ricambio generazionale in agricoltura 

(2919) SCARPA BONAZZA BUORA.  -  Interventi per favorire l'insediamento dei giovani in agricoltura 

(3043) VALLARDI.  -  Misure per favorire lo sviluppo dell'imprenditorialità agricola giovanile

Emendamenti al testo unificato adottato dalla commissione per i disegni di legge




Ai sensi del D.Lgs 196/2003 La informiamo che il Suo indirizzo e-mail è stato reperito attraverso fonti di pubblico dominio o attraverso e-mail o adesioni da noi ricevute. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta (D.Lgs 196/2003). Qualora il messaggio pervenga anche a persona non interessata, preghiamo volercelo cortesemente segnalare rispondendo CANCELLAMI alla presente e mail e precisando l'indirizzo che desiderate sia immediatamente rimosso dalla mailing list. Tendiamo ad evitare fastidiosi MULTIPLI INVII, ma laddove ciò avvenisse La preghiamo di segnalarcelo e ce ne scusiamo sin d'ora. Grazie.